LACUNE ORGANIZZATIVE


Dopo due giornate molto impegnative da circa un’ora l’ultima casa di Pagnacco (con azienda agricola), che stava utilizzando un gruppo elettrogeno della protezione civile, ha riavuto la corrente elettrica.

Voglio ringraziare Il mio coordinatore della Protezione Civile Simone Colle assieme ai suoi volontari e agli operai comunali (due sono stati richiamati dalle ferie) per il grande lavoro che ci ha permesso di riavere un comune ordinato in meno di 24 ore dalla tempesta.

Grazie al Comandante dei Carabinieri di Feletto che mi ha aiutato a contattare la Prefettura in un momento in cui tutte le linee erano intasate.

Grazie ai ragazzi dell’enel che hanno lavorato senza sosta per ripristinare la corrente elettrica in tutta la zona collinare. Grazie anche ai cittadini che hanno avuto pazienza e hanno compreso la grave emergenza che ci ha colpito: ce l’abbiamo messa tutta!
Resta solo il GRAVE PROBLEMA della gestione e comunicazione da parte degli enti superiori.
Non è corretto che i sindaci non vengano informati sulla gestione delle emergenze riguardo i servizi essenziali, non è corretto che io abbia dovuto passare ore al telefono e “arrangiarmi” per cercare notizie da comunicare alla mia gente.
Questa grave mancanza sarà oggetto di una mia missiva alla regione, una critica costruttiva affinché ciò non avvenga più.
Il sindaco è investito da moltissime responsabilità ma dovrebbe avere un canale diretto per essere informato, non oso pensare cosa sarebbe accaduto in caso di terremoto o altro disastro.
La politica dovrà rispondere a questa mia richiesta che non voglio venga strumentalizzata a fini partitici e mi auguro venga condivisa trasversalmente da tutti i colleghi. Gli strumenti tecnologici ci sono basta la volontà!

Ti potrebbe interessare anche

LEAVE A COMMENT

LUCA MAZZARO

Essere sindaco vuol dire amare profondamente il proprio territorio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

* = campo richiesto!

ARCHIVIO POST